Giocare a flipper con le palle degli altri? Non si può…..

Si potrebbe dare la colpa al caldo…

Alcuni oracoli si sono recentemente espressi con un tratto ed uno stile propri della peggior politica e del becero populismo giornalistico, toni ai quali è necessario rispondere pur senza scendere ad un livello di polemica basso e fine a sé stesso.

Non sta a me difendere Gianfranco Cuttica, definito un candidato debole, dall’identità politica controversa, senza l’esperienza necessaria per amministrare la nostra città: i fatti contraddicono tali maldicenze ed il futuro, con la fiducia della maggioranza degli Alessandrini, metterà una definitiva pietra tombale su giudizi, sia pur legittimi, che si commentano da soli.

E’ tuttavia vero, almeno per quanto riguarda la sottoscritta, che vi sia assenza di esperienza politica: cimentarmi del governo della città sarà una sfida epica ma non si andrà allo sbaraglio perché dalla nostra vi sarà l’impegno, il senno e la capacità di persone serie ed affidabili che combatteranno contro le decisioni che, queste si, hanno portato allo sbaraglio la nostra Città.

Sino ad ora, caro Oracolo, Alessandria è stata governata – in questo hai ragione – proprio come un flipper, ma le palle erano quelle dei cittadini e queste palle sono state fatte girare a lungo, troppo a lungo.

Noi, con l’esperienza del mondo del lavoro, della scuola, del padre di famiglia, forse gestiremo solo il tuo amato flipper ma le palle saranno le nostre, perché ce ne prenderemo la responsabilità. Chi ha gestito, sino ad oggi, la gioiosa macchina da guerra della sinistra, ha dimostrato l’incapacità di una politica dei proclami, delle accuse e delle recriminazioni senza ottenere nulla per la nostra Città, se non malessere ed insicurezza.

Caro Oracolo, nonostante i tuoi sinistri auspici, noi ce la faremo e governeremo con impegno anche per te.

This entry was posted in elezioni 2017. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.