Cordoglio e rabbia

Gli sforzi di tutti i candidati per le imminenti elezioni comunali oggi devono dare la precedenza al cordoglio per le giovanissime vittime di Manchester, falciate da crudeltà ed odio che non si possono trovare in alcuna specie vivente. Esse hanno avuto il solo torto di voler vivere una vita spensierata, di voler sognare e di voler sorridere.

Oggi alle lacrime per l’infame attentato si associa una rabbia sorda, profonda, che pone dei perché ai quali, probabilmente, non si daranno mai risposte certe.

L’intransigenza confessionale, se davvero questa ha motivato la mano assassina, si scontra con il dialogo, con la comprensione, con la libertà individuale e collettiva, con la Pace.

Ognuno di noi, nel suo piccolo mondo, nei suoi piccoli ed apparentemente insignificanti gesti, è chiamato a dare un segnale di tolleranza, di comprensione; non una resa, non un’accettazione supina delle prevaricazioni altrui, ma una ricerca ferma e costante di dialogo unita alla pretesa, legittima, di sicurezza.

 

This entry was posted in elezioni 2017. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.